Rubriche - Il calcio nel sedere

 

Una notizia bomba sconvolge il calcio mondiale ed italiano in particolare.
Il magnate americano Bill Gates, fondatore e titolare della Microsoft, vuole acquistare il Cesena.
L'uomo più ricco del mondo è stato colto da un'improvvisa passione per il calcio. E siccome è uno che ama le sfide più complicate, ha chiesto ai suoi collaboratori quale fosse il campionato più difficile del mondo.
Gli è stato risposto che era quello italiano. Magari non il più bello ma senza dubbio il più impegnativo sotto tutti i punti di vista. Ci si aspettava la scalata ad una delle società di vertice del nostro calcio ed invece mister Gates ha detto che la sua sfida era comprare una provinciale, magari nelle serie inferiori, e portarla lassù, al top del soccer mondiale. Insomma vuole fare come con la sua azienda: dal niente alla massima ricchezza.

Valutati e soppesati con oculatezza i clubs appetibili per impianti, bacino d'utenza, ambiente, la scelta è caduta sul Cesena.
I tifosi bianconeri sono passati moralmente dalle stalle alle stelle e tutti si aspettavano che Lugaresi lasciasse con gioia ed immediatezza il titolo sportivo al miliardario statunitense. Invece il vice presidente Manuzzi ha dichiarato che se Bill Gates vuole il Cesena deve prima entrare nell'azionariato diffuso e poi aspettare che maturino i tempi.
Giorgio Lugaresi ha aggiunto che è ora di finirla con la storia che loro non vogliono cedere il Cesena. Che questo Bill Gates usa il Cesena solo per farsi pubblicità ed in realtà non è interessato all'acquisto della società.
Il presidentissimo Edmeo ha detto che non vuole lasciare il Cesena a degli sconosciuti e per di più non romagnoli ed ancor peggio non facenti parte delle famiglie Lugaresi e Manuzzi.

Naturalmente il boss della Microsoft è rimasto allibito ma, da navigato uomo d'affari, ha capito dove stava il problema.
Ha fatto valutare dai suoi commercialisti tutta la situazione economica del Cesena.
Appurati 10 milioni di Euro di debiti, ha detto che li avrebbe ripianati in un batter d'occhio pur di rimanere unico proprietario e di ingaggiare Foschi come direttore generale.
Il "Giallo", giunto immediatamente da Palermo a piedi per lo sciopero dei trasporti, aveva già pronta una lista di giocatori da acquistare, ma i padroni del Cesena hanno espresso ulteriori riserve.
Secondo il loro parere Gates sta bluffando, vuole solo usare la società bianconera come grimaldello per entrare nel calcio italiano e soprattutto ritengono che l'offerta sia inadeguata. Edmeo continua a dire che se proprio Giorgio vuole lasciare deve dare il Cesena ad uno stretto parente, meglio se Michele.

Giulio Benedetti, presidente del Centro coordinamento Clubs ha dichiarato ufficialmente che il C4 ha troppa stima dell'attuale proprietà e troppa paura di salti nel buio per poter avallare l'operazione. In un comunicato ha ribadito che il C4 ringrazia i Lugaresi ed i Manuzzi di esistere e che tutto quello che loro faranno sarà fantastico e meraviglioso.

Le notizie dell'ultim'ora danno Bill Gates in un'osteria di Bertinoro. Starà meditando su una nuova offerta ? Starà ubriacandosi per dimenticare ? Starà pensando di acquistare il Bertinoro ? Starà cercando di comprarsi l'intera Romagna ? Non si sa.
Dai giornali locali sembrerebbe che la trattativa si sia arenata per mancanza di serietà del magnate a stelle e strisce. Ai poster distribuiti dal C4 l'ardua sentenza.

 
 
A cura di - ZORRO -