Banner
Banner
Gallery

E ora...

Homepage 2014-2015 - 2014-2015

Link youtube

 

GRAZIE MISTER

Homepage 2014-2015 - 2014-2015

 

l'identità

... che quando è arrivato a Cesena gli si è subito voluto bene. A mister Bisoli intendo.
Che per chi tifa Cesena quel che importa è onorare la maglia. Sporcarla di sudore e di fango e di sangue. E infatti non ci piace il sintetico. Che non ci si sporca più. E il mister ste cose si è visto subito che le mangiava a colazione. Che con lui avrebbe giocato solo chi lo meritava. E poche seghe.
E a noi orfani di Castori si è un po' riempito quel vuoto. Con un altro mister tutto cuore, sudore e sacrificio.
Che a Cesena c'è un'identità. Come in tutte le piazze. A Cesena l'identità è sudare e lottare e poi alla fine vada come vada, anche se poi ci incazziamo se non si vince.
E Bisolone ci è andato a nozze con la nostra identità. E ci ha fatto divertire un bel po'. E ci è rimasta nel gozzo quando l'hanno mandato via la volta di Ficcadenti. E ce la siamo presa pure con Ficcadenti, che non era mica colpa sua.
E quando è tornato, che contento che ero. Io, orgoglioso di tifare per il Cesena. Con quell'identità che l'importante è onorare la maglia e poi alla fine vada come vada. Perchè con Bisolone io ero sicuro che la maglia si sarebbe onorata.
Poi un giorno mi sono accorto che quell'identità, con l'altra serie A, è un po' cambiata in certi tifosi del Cesena. Non tutti, ma un po' sì. Alla serie A ci fai la bocca e dopo non basta più l'identità di prima che l'importante è la maglia sudata e sporca; adesso magari l'importante è anche giocare bene. E allora non va più bene Bisoli che fino a ieri andava benissimo ma non perchè è cambiato lui ma perchè è cambiata l'identità.
Che Bisolone non cambia mai. Dà tutto quello che ha per il Cesena che gli è entrato dentro. Lui è fatto così. Un testone che delle volte ti fa scornare. Ma un testone buono. Che non molla neanche quando dorme secondo me. E che la sua famiglia deve avere una curiosa pazienza con uno così malato di allenare il Cesena.

Alla fine io, che in quella identità che l'importante è dare tutto e sporcare la maglia e non importa come finirà, mi ci ritrovo. Che una volta ero tifoso di una squadra strisciata e poi invece sono guarito quando mi sono innamorato della squadra della mia città. e mi sono innamorato proprio di quella identità che me la sentivo dentro. Che non mi importava se si vinceva o non si vinceva anche se poi ci stavo male quando si perdeva. Perchè mi importava solo se la maglia era sudata e sporca e quelli in campo avevano dato tutto.
E' per quello che Bisolone me lo tengo stretto. E mi dispiace quando non sarà più lì davanti alla panchina (perché seduto non ci sta) quasi dentro il campo. Che se potesse entrerebbe a randellare a centrocampo e finirebbe anche con la maglia sporca di fango anche se c'è il sintetico, dai solchi che scaverebbe. Perchè Bisolone va a nozze con la mia identità.

La società deciderà quel che deciderà. Che loro sono un'altra cosa e devono fare le considerazioni in un altro modo. Ma io, che sono un tifoso del Cesena e ho quell'identità mi tengo Bisolone ...